Inizio paginaLa FondazioneParalisi cerebraleOfferte di assistenzaProgettiDonazioniPubblicazioniBoutique
Fondazione svizzera per il bambino affeto da paralisi cerebrale

Ricerca e sviluppo

La Fondazione Cerebral s’impegna fortemente nella ricerca e nello sviluppo di nuovi mezzi ausiliari, di forme terapeutiche e nell’attuazione di studi.

Tutte le misure hanno lo scopo di aiutare i portatori di handicap motorio di origine cerebrale, incoraggiandoli nel loro sviluppo.

Progetti di ricerca attuali

Robotica & handicap: come le macchine saranno di aiuto all’uomo in futuro
 
Uno studio GDI, commissionato dalla Fondazione Cerebral, analizza la potenzialità della robotica per le persone portatrici di handicap.

Impegno Fondazione Cerebral: CHF 150'000.--

Creazione del registro CP medico nazionale

Nei prossimi due anni, grazie all'impegno della nostra Fondazione tramite l'Istituto ISP dell'università di Berna, sarà creato un registro nazionale CP; tutto questo in stretta collaborazione e con ampio sostegno delle più importanti cliniche e ospedali di tutta la Svizzera. La Fondazione Cerebral ha preso parte a questo progetto fin dall'inizio e, in qualità di partner principale, ha contribuito anche finanziariamente con CHF 200‘000.-.

Uni Basilea

Progetto di ricerca che dimostra scientificamente l'utilità dell'ippoterapia per le persone affette da handicap motorio di origine cerebrale.

Impegno Fondazione Cerebral: CHF 100'000.–

Ospedale pediatrico Svizzera orientale / Università delle scienze applicate di Zurigo

Traduzione e adattamento transculturale dello strumento di misura "PEDI". Lo strumento di misura viene impiegato per la formulazione diagnostica nei bambini.

Impegno Fondazione Cerebral: CHF 100000.–

Hôpital Nestlé, Losanna

Prova dell’efficacia della "Terapia dello specchio" e della "Terapia videosupportata".

Impegno Fondazione Cerebral: CHF 55000.–

GDI, Rüschlikon

La Fondazione Cerebral ha commissionato all'Istituto Gottlieb Duttweiler (GDI) di Rüschlikon uno studio che analizzerà come i trend sociali, tecnologici ed economici possono modificare e migliorare la vita di tutti i giorni delle persone con disabilità.
Lo studio e stato pubblicato a inizio 2015.