Prezioso know-how per istruttori di guida

|   Attualità

Da molti anni, con la nostra offerta di scuola guida offriamo alle persone portatrici di handicap fisico la possibilità di sostenere l’esame di guida. A questo scopo, grazie a speciali workshop abbiamo già formato circa 120 istruttrici e istruttori di guida in tutta la Svizzera per l’assistenza ai loro allievi speciali.

Con grande interesse l’istruttore di guida Hansjürg Gafner, insieme ad altri colleghi, esamina il volante regolabile del VW Caddy. André Schwaller della Warpel Carrosserie AG di Düdingen spiega in dettaglio quali sono le modifiche possibili.
Hansjörg Gafner è strabiliato: «È sorprendente quanto basti poco per adattare questo veicolo per scuola guida alle esigenze specifiche degli allievi portatori di handicap!»
Hansjürg Gafner della scuola guida Ga-Ro di Thun insegna da molti anni anche a persone portatrici di handicap. Per lui, la possibilità di utilizzare i veicoli per scuola guida della Fondazione Cerebral è molto comoda. «Quando un allievo portatore di handicap arriva da me e chiede di poter fare lezioni di guida, posso ordinare un’auto per scuola guida Cerebral. Il veicolo rimane poi presso la mia scuola per l’intera durata della formazione. Poiché i Caddy possono essere adattati a molti handicap fisici diversi, riesco a soddisfare le esigenze individuali di ogni allievo.»

Workshop per gli istruttori di guida
La Fondazione Cerebral dispone complessivamente di sei VW Caddy modificati, disponibili presso diverse sedi AMAG in Svizzera. Questi veicoli possono essere noleggiati dagli istruttori di guida che hanno assolto una formazione specifica nell’ambito di speciali workshop organizzati dalla Fondazione Cerebral.
Oggi, un workshop di questo tipo si è svolto nel centro di formazione L2 di Romont (FR). 17 istruttori di guida hanno risposto al nostro invito, desiderosi di apprendere non solo ad utilizzare le auto per scuola guida, ma soprattutto di conoscere anche le esigenze speciali degli allievi portatori di handicap. Dopo una parte teorica, dedicata soprattutto agli handicap motori di origine cerebrale e alle loro conseguenze, il programma prevede ora la formazione pratica. Nell’area di prova del centro di formazione sono a disposizione quattro auto per scuola guida Cerebral, che gli istruttori di guida partecipanti possono provare in tutta calma. Passa poco tempo ed ecco che i quattro veicoli descrivono curve sulla pista. Le istruttrici e gli istruttori di guida apprezzano la possibilità di mettersi di persona al volante e scoprire sulla loro pelle cosa si prova quando, ad esempio, si può frenare solo con le mani.

Una grande sfida – non solo per gli allievi!
Il workshop è un enorme successo. Ne è convinto anche Hansjürg Gafner, sebbene abbia già assistito molti allievi portatori di handicap nel percorso per l’ottenimento della licenza di condurre: «Le lezioni di guida con un allievo con handicap pongono noi istruttori davanti a grandi sfide. Anche solo per il fatto che ogni handicap è diverso dagli altri. Per questo è importante per noi conoscere bene le esigenze dei nostri allievi. Questo workshop ci fornisce gli strumenti di cui abbiamo bisogno.»

Indietro